Release: 14.3.3.1 - Revision: 96117be60ba6044e07fb7ddf6b5f82043f7b41df - Build: 635 - BuildId: 635 - Env: prd-66 - Host: hybr-prd9
Menù

La valle del Rodano – qualità francese e svizzera

I vini prodotti nella regione francese della valle del Rodano sono conosciuti in tutto il mondo. Appellazioni quali Condrieu, Côte Rôtie, Hermitage o Châteauneuf-du-Pape sono immancabili nella carta dei vini dei ristoranti più raffinati, da Parigi a Hong Kong. 

Ancora nel XX secolo, i vini della valle del Rodano non erano particolarmente degni di nota. I vigneti erano maltenuti e le infrastrutture nelle cantine perlopiù desuete. La qualità dei vini ne risentiva e di conseguenza anche i premi scarseggiavano, il che impediva ai viticoltori locali di intraprendere gli investimenti necessari. Insomma, un circolo vizioso. 

Negli anni Ottanta, un emergente critico enologico statunitense constatò però il potenziale dei vini di alcuni viticoltori tradizionali tra cui Jean-Louis Chave, Etienne Guigal e Paul Jaboulet e generò verso di loro un enorme interesse. Il critico in questione non era altri che Robert Parker. Da allora, i premi e la qualità dei vini non hanno più arrestato la loro ascesa. Oggi, i vini della valle settentrionale e meridionale del Rodano sono tra i più conosciuti al mondo. 

La valle svizzera del Rodano, rappresentata dal Vallese, per ora può far valere un tale successo solo a livello nazionale. Vi sono tuttavia buone possibilità per i vini vallesani di fare presto la loro comparsa sulle carte dei vini più conosciuti a livello mondiale. Recentemente, in occasione della degustazione di vini «Masters of Syrah» organizzata dalla rivista specializzata inglese Drinks Business, la cui giuria è composta da non meno di una decina di Masters of Wine, il Syrah svizzero è stato accolto come una sorpresa molto positiva. Il Syrah du Valais di Jean-René Germanier ha ottenuto la medaglia d’argento, mentre il Cayas  dello stesso produttore si è aggiudicato la medaglia d’oro ma è stato anche uno dei cinque vini (su un totale di 150) a essere premiato con più di 95 punti e quindi a portarsi a casa il titolo di «Master». 

Punti in comune tra la valle del Rodano svizzera e francese
Da un raffronto tra la produzione vinicola vallesana e quella della valle francese settentrionale e meridionale del Rodano emergono sicuramente numerose affinità. I vitigni sono certamente l’elemento principale, Syrah in testa. Si tratta di un vitigno di punta sia per il Vallese sia per i vini Côtes du Rhône. Ma vi sono anche altri vitigni che ricoprono un ruolo chiave in entrambe le regioni, come la varietà di bianco Marsanne, che nel Vallese è più conosciuta con la sua appellazione della valle settentrionale del Rodano: Hermitage. 

Altri punti in comune sono il clima mite e secco e la topografia – quella vallesana è simile a quella della valle meridionale del Rodano – con i versanti migliori orientati a sud. Infine, le due regioni condividono l’arte degli assemblage a base di Syrah, vitigno coltivato con successo nel Vallese e nella valle meridionale del Rodano, da dove provengono i vini Châteauneuf-du-Pape, di fama mondiale. 

Le sponde del Rodano nascondono molti tesori e i vini aromatici nella nostra enoteca sono una vera scoperta! 

Vai all’assortimento >