Release: 18.8.1 - Revision: f5a2191a4399ffb230c24e0ddcda36e98023ad9d - Build: 1001 - BuildId: 1001 - Env: prd-66 - Host: hybr-prd9

Francia: la Grande Nation del vino.

Oh, là, là: dal punto di vista sia della qualità che della quantità, la Francia è una delle più importanti zone vitivinicole del mondo. Nonché una delle più belle. Il viaggio non è lungo e merita, sia per gli occhi che per il palato. Ancora oggi, gli standard internazionali si orientano alla Francia. A Parigi si trova inoltre la sede dell’Organizzazione internazionale della vigna e del vino. Bastano già i numeri a fornire un quadro chiaro. Nel 2014 nella Grande Nation sono stati prodotti circa 45 milioni di ettolitri di vino su 792 000 ettari di terra da qualcosa come 144 000 aziende vitivinicole. Voilà!

Bordeaux
Con circa 120 000 ettari di vigneti, il Bordolese è la più grande regione vitivinicola continua del mondo. Determinanti per la sua fama non sono tuttavia tanto le dimensioni quando soprattutto l’elevatissimo grado di qualità dei vini e la reputazione dei suoi prodotti. Questa qualità non è casuale. Già nel XII secolo i vini bordolesi si erano fatti un nome e venivano trasportati per mare in Inghilterra. Sapevate che dal 1154 al 1453 Bordeaux, e quindi anche i suoi vini, sono appartenuti agli inglesi? Poco dopo si cominciò a esportare questo vino nobile anche in altri Paesi, ponendo la prima pietra per un’impareggiabile storia di successo. A partire dalla fine del XVII secolo, poi, i vitigni furono piantati in grande stile e su ampie superfici, in particolare nel Médoc. «Fureur de planter», mania della vite, si diceva allora per definire questo proliferare di vigneti. A questo punto Bordeaux era definitivamente pronta a conquistare tutto il mondo.

Côtes du Rhône
Bienvenue nella valle del Rodano. Le Côtes du Rhône sono un’importante zona vitivinicola sovraregionale nella parte meridionale della valle del Rodano e fanno parte della regione vitivinicola Rhône, considerata la più antica della Francia. La zona è nota soprattutto per i rossi focosi, dal colore intenso e scuro, concentrati e speziati. Ciononostante, per molto tempo i vini del Rodano sono rimasti all’ombra delle altre regioni. Negli ultimi anni, però, anche grazie a produttori come Chapoutier e Ogier, hanno nuovamente raggiunto una grande fama e sono oggi fra i migliori del mondo. Va detto inoltre che i vini del Rodano si suddividono in due zone. Nel Rhône settentrionale predomina il vitigno Syrah nei vini rossi. Questi vini sono più speziati che nel Sud, con tannini leggermente più decisi, hanno un tasso alcolico inferiore e sono meno corposi. Nel Rhône meridionale si trovano tra gli altri Grenache, Mourvèdre e Cinsault. Questi vini sono in genere più fruttati e in compenso meno speziati. Hanno tannini estremamente morbidi e sono molto corposi, con elevate gradazioni alcoliche.