Release: 12.17.6-ambitious-camel73 - Revision: decc114b35cb9fb17af5ffc33edefeda850e06b9 - Build: 1066 - BuildId: 1066 - Env: prd1 - Host: prd3

Spedizione gratuita* fino a domenica 21.10.

Menù

 



Manor Food Mag Nr. 07, 2018

Con i funghi si cucinano piatti squisiti per tutti i giorni

1 In versione sfogliatine salate per l’aperitivo 

Spennellare piccoli rettangoli di pasta sfoglia con formaggio fresco di capra. Rosolare funghi misti con burro e aglio e versarli sopra il formaggio. Spennellare i bordi dell’impasto con il tuorlo d’uovo. Cuocere in forno caldo per 15 minuti a 200 °C. Guarnire con erba cipollina.

 

2 Su uno spiedo da grigliare 

Mescolare un po’ di aceto balsamico con sale, pepe, aglio tritato fine e timo. Spennellare i funghi, ad. es. gallinacci o porcini, con questo intingolo e marinarli per 30 minuti circa. Infilarli in uno spiedo e grigliarli o arrostirli su entrambi i lati per 5 minuti circa.

 

3 Con la polenta per una cena all’insegna del benessere 

Saltare gli scalogni tritati con il burro. Aggiungervi funghi misti, aglio tritato fine ed erbe aromatiche come rosmarino, salvia e timo. Mescolare insieme un po’ di passata di pomodoro. Versare una spruzzata di Madeira o Porto e il brodo. Lasciare che il composto si addensi. Servire sopra una cremosa polenta bramata.

 



Manor Food Mag Nr. 05, 2018

Ogni ortaggio può trasformarsi in chips croccanti

1. Patate blu
Pulire le patate blu e tagliarle a strisce sottili. Mescolare le patate con un cucchiaio di olio d’oliva e sale. Distribuire su una teglia da forno foderata con carta da forno e lasciarle tostare in forno caldo (200 °C) per 15 minuti circa. Lasciar raffreddare direttamente nella teglia. Birra consigliata: queste chips si abbinano a qualsiasi birra.

 

2. Cavolo riccio
Le chips di cavolo riccio sono uno snack sano. Staccare le foglie di un piccolo cavolo riccio ed eliminare le nervature più grosse. Lavare e asciugare. In una ciotola, mescolare con uno-due cucchiai di olio di noce di cocco. Insaporire con cumino in polvere, curry di Madras in polvere e un pizzico di sale, quindi tostare in forno caldo (150 °C) per 30 minuti circa. Lasciar raffreddare direttamente nella teglia. Birra consigliata: servire con una India Pale Ale o una birra lager.

 

3. Patate dolci
Pulire le patate dolci e tagliarle a strisce sottili. Mescolare le patate con un cucchiaio di olio d’oliva, sale e pepe nero appena macinato. Distribuire su una teglia da forno foderata con carta da forno e lasciarle tostare in forno caldo (200 °C) per 15 minuti circa. Lasciar raffreddare direttamente nella teglia. Birra consigliata: queste chips si abbinano a qualsiasi birra.

 



Food Lovers Mag Nr. 01, 2018

Raclette, il formaggio da fondere

1. Con le verdure per cena
Tostate verdure come cavoletti di Bruxelles, broccoli, zucchine, cavolfiori, porri e altre ancora in forno con un goccio di olio d’oliva finché diventano al dente, 5 minuti prima di tirarle fuori disponete sopra le fette di formaggio da raclette, insaporite con il pepe e servite non appena il formaggio si è sciolto.

 

2. Con il vino in versione zuppa
Per 2–3 persone, tagliate 2 patate sbucciate a dadini, tritate 1 cipolla e saltate il tutto con il burro. Spruzzate con 2 dl di vino bianco e frullate con il mixer a immersione. Versate 5 dl di brodo, fate sobbollire e mescolando incorporate lentamente 150 g di formaggio da raclette grattugiato. Insaporite con fleur de sel e pepe e servite con anellini di erba cipollina.

 

3. Come salsa per i cracker
Tostate una cipolla tritata finemente e un peperoncino con un pizzico di burro. Mescolate 100 g di formaggio spalmabile con 100 g di maionese. Aggiungete 300 g di formaggio da raclette grattugiato e il composto di cipolle e cuocete il tutto in forno in uno stampo da gratin per 20 minuti circa. Servite insieme ai cracker come aperitivo.

 



Food Lovers Mag Nr. 17, 2017

Tartare di filetto di persico del Vallese

1. Il prodotto
La più conosciuta è la tartare di pesce fatta con salmone o tonno. Questo piatto fresco e sano tuttavia è eccezionale anche con il pesce svizzero di acqua dolce. Così abbiamo pensato a una deliziosa tartare fatta in casa con filetto di persico del Vallese allevato in modo sostenibile.

 

 2. La provenienza
L’allevamento di Raron, nel Canton Vallese, garantisce la provenienza e la produzione svizzera, dalle uova al filetto. I persici vivono nell’acqua fresca proveniente dal Lötschberg e sono gustosi tanto quanto i parenti da pesca selvatica.

 

3. Il gusto
Per far sì che il persico offra un’esperienza di gusto fresca e vera, la tartare viene fatta solo con pochi ingredienti selezionati. Così al pesce aggiungiamo il miglior olio d’oliva svizzero Bio Natur Plus, limoni bio, erbe aromatiche fresche, pomodori secchi, peperoncino di Espelette e fleur de sel puro.

 



Food Lovers Mag Nr. 15, 2017

Feta, il formaggio greco affinato in botte

1. L’origine
La nostra feta affinata in botte viene da Agrafa, una ragione montuosa a ovest di Tessalonica, in Grecia. La acquistiamo in esclusiva per Manor Food da Dimitris Kissas, titolare con suo padre di un piccolo caseificio. La famiglia tiene alto l’onore dell’antica tradizione greca, rispettando le norme e i requisiti di qualità dell’UE.

 

 2. Il latte
Per la loro feta, i Kissas utilizzano solo latte dei pastori locali. Questi possiedono piccoli greggi di circa 80 capi tra pecore e capre, che pascolano in semi-libertà sulle montagne. Viene utilizzato solo il latte naturale primaverile degli animali, con il quale tra febbraio e luglio allattano gli agnellini.

 

3. La botte
Questa feta esclusiva e autentica viene fatta stagionare per almeno tre mesi in salamoia dentro botti di rovere. È grazie a questo processo che la feta assume il suo incomparabile gusto sapido. Questa antichissima tradizione greca fa della feta un formaggio stagionato che però conserva in sé il sapore del latte e la delicatezza di un formaggio fresco. 

 



Food Lovers Mag Nr. 14, 2017

Plank grilling – grigliare sul legno

1. La storia Il plank grilling è un antico metodo di cottura alla griglia americano, derivato dalla tradizione dei nativi. La carne o il pesce non vengono messi direttamente sulla griglia ma vengono cotti su un’asse di legno. Plank è il corrispondente inglese della parola asse.

 

 2. Le possibilità Mentre si grigliano, la carne o il pesce assorbono le sostanze evaporate dal legno. Le pietanze assumono così un sapore speziato e si mantengono tenere e succose. Inoltre, il legno protegge i cibi grigliati dal fuoco diretto.

 

3. La tecnica È possibile grigliare con diversi tipi di legno, ma tradizionalmente si usa il legno di cedro. Mettete l’asse di legno in ammollo in acqua fredda per almeno un’ora. Scaldate il grill, cospargete l’asse con olio o sale, disponetevi le pietanze e grigliatele.